Come alleviare il mal di schiena con il cuscino giusto

24/11/2016
Icon Clock 3
minuti

Le statistiche dicono che l’80% degli italiani ha sofferto di mal di schiena almeno una volta nella vita.

Il mal di schiena, un problema comune

Si tratta quindi di un problema comune, dalle cause molteplici e che in certi casi si accentua durante la notte, causando un sonno disturbato e un risveglio con le “ossa rotte”. Per alcune persone si tratta di episodi sporadici, ma per chi ne soffre in maniera cronica ecco qualche accorgimento da prendere per riposare meglio. La posizione del sonno, il tipo di materasso e il cuscino sono infatti fondamentali e possono davvero fare la differenza.

La posizione in cui si dorme è importante

A seconda della posizione che si assume durante il sonno, si sottopone la schiena ad uno sforzo più o meno impegnativo. Ecco qualche accorgimento per dare sollievo alla schiena a seconda della posizione in cui siete soliti addormentarvi.

  • Se dormite supini assicuratevi di utilizzare un cuscino della giusta altezza e non eccessivamente morbido, per garantirvi un rialzo ottimale a livello del In questo caso, se soffrite di lombalgia è consigliabile posizionare un cuscino sotto le ginocchia.
  • Per chi dorme sul fianco è importante ricordarsi di non rannicchiarsi troppo posizione fetale ma di cercare di distendere le gambe. Se soffrite di dorsalgia otterrete sollievo mettendo un cuscino tra le gambe per permettere alle anche, al bacino e alla colonna vertebrale di mantenere l’allineamento e ridurre la tensione. Anche alternare il fianco su cui ci si appoggia è importante, per evitare di creare squilibrio muscolare o dolore.
  • Dormire proni non è solitamente raccomandabile, perché la colonna vertebrale tende a curvarsi. Se poi il cuscino è troppo alto, il rischio di dolori cervicali aumenta sensibilmente. Se non riuscite a dormire in altre posizioni, è consigliabile posizionare un cuscino sotto il bacino.

Chi soffre di protrusione discale può effettivamente trarre beneficio dal riposare in posizione prona su un lettino da massaggi. A casa, è possibile ricreare lo stesso effetto sostituendo il normale cuscino con quello da collo, che si usa in aereo, e mettendolo attorno alla testa. In questo modo si evita la torsione del collo.

Come alleviare il mal di schiena se si è incinte

Le donne incinte dovrebbero dormire su un lato e non supine, in quanto la posizione sdraiata può far diminuire l’afflusso di sangue (e quindi di ossigeno e nutrienti) al feto. Per chi è abituata a dormire in posizione supina, basta aggiunge un cuscino che offra un buon supporto sotto le ginocchia. In questo modo la schiena si appiattisce eliminando l’ampio arco che si forma nella regione lombare. Basteranno pochi minuti per percepire già un certo sollievo dal dolore.

Ogni quanto sostituire cuscino e materasso?

Per quanto di qualità, sia i materassi che i cuscini hanno una cosiddetta “data di scadenza”, oltre la quale tendono a diventare scomodi se non addirittura dannosi. Idealmente il materasso ha una vita di 8 anni, mentre il cuscino andrebbe sostituito ogni due. Scopri perché.

Quando rivolgersi al medico?

Anche se il mal di schiena è un disturbo comune, alcuni sintomi sono segno di una patologia più grave. Se riscontri qualcuna delle situazioni qui descritte, rivolgiti il prima possibile a un medico per fissare una visita fisiatrica od ortopedica:

  • Il dolore si estende dalla schiena verso le gambe.
  • Peggiora quando ti chini o pieghi le gambe.
  • Peggiora molto durante la notte.
  • È accompagnato da febbre.
  • Oltre al dolore alla schiena hai anche problemi intestinali e alla vescica.
  • Il dolore alla schiena è accompagnato da gambe intorpidite o deboli.

I cuscini ergonomici contro il mal di schiena

I cuscini ergonomici, se realizzati dai migliori produttori del settore, sono guanciali il cui design anatomico viene progettato in funzione di particolari esigenze della colonna vertebrale. Sono cuscini che al loro interno prevedono un cuore in poliuretano espanso, un materiale la cui tecnologia gli permette di essere flessibili e indeformabili al tempo stesso. I cuscini ergonomici sono dunque da considerarsi dei veri e propri cuscini ortopedici, che offrono un sostegno differenziato, ottimale per capo, collo e spalle.

Scopri di più su: